Distributore filo di lega per saldo-brasature in automatico

Il Distributore Filo è un componente indispensabile per eseguire saldo-brasature in automatico.
Questo articolo è stato progettato per lavorare in abbinamento al Generatore EGMA, collegato con un Pirometro Ottico.
L'utilizzo del medesimo evita l'inserimento dell'anello di lega preformato con i conseguenti benefici:
  1. si può variare la quantità di lega erogata; usando l'anello questo non è possibile
  2. il processo risulta più economico, si evita l'acquisto dell'anello e soprattutto si evita l'operazione di inserimento
distributore img 1
FILO DI LEGA
La soluzione migliore, al fine di ottimizzare il processo, è quella di utilizzare un Filo di Lega completo di disossidante; questa soluzione evita l'operazione di inserimento del disossidante e rende, di fatto, il Distributore "pronto all'uso"
FELMI è in grado di fornire questa tipologia di Filo. È ovviamente utilizzabile anche il filo standard (senza disossidante).
Per funzionare il Distributore necessita delle seguenti alimentazioni:
  • elettrica 400/3/50Hz
  • Aria compressa 6 bar
L'alimentazione elettrica viene usata per azionare il motore elettrico che muove il Filo, mentre l'aria compressore viene usata per attivare un cilindro pneumatico che consente al Distributore un movimento rapido in avanti
distributore img 2
di 70 mm.
 
Questo movimento consente di "liberare" la Stazione di saldatura dalla presenza del Distributore; agevolando il carico e lo scarico del Particolare sottoposto a saldatura.
In pratica il Distributore ha due posizioni:
  1. posizione a "riposo"
  2. posizione "operativa"
Il Distributore è abbinato ad un Centralino di Controllo all'interno del quale viene collocato il Driver del motore elettrico situato a bordo del Distributore stesso.
Dimensioni del Centralino: 350L X 300P X 400H mm.
 
Sulla porta frontale del Centralino sono montati i due seguenti Pulsanti:
  • Pulsante "avanti" (porta in modo manuale il filo in avanti)
  • Pulsante "indietro" (porta in modo manuale il filo indietro)
  • Modelli prodotti
  • Applicazioni
  • Benefici e vantaggi
  • Process control
  • Segnali per l'utente
  • Raffreddamento

Modelli prodotti serie EGMA

MODELLO

POTENZA

TESTA DI RISCALDO

ALIMENTAZIONE STANDARD

EGMA 6 6 KW T1 400/3/50 Hz
EGMA 10 10 KW
EGMA 15 15 KW T1-T2
EGMA 20 20 KW T3
EGMA 25 25 KW
EGMA 30 30 KW
 
Tutti i Generatori sono composti dai due seguenti componenti:
  1. Modulo Alimentazione Controllo
  2. Testa di Riscaldo
Il primo ha dimensioni uguali per tutti i modelli, il secondo ha dimensioni diverse in funzione della taglia di potenza.
 
 

TABELLA DI SINTESI
Caratteristiche e prestazioni

EGMA 6 EGMA 10 EGMA 15 EGMA 20 EGMA 25 EGMA 30
Potenza in uscita 6 10 15 20 25 30
Potenza assorbita 7,2 12 18 24 30 36
Dimensioni Modulo di Alimentazione 300L x 530P x 470H
Peso Modulo Alimentazione 40 Kg 55 Kg
Tipo di Testa T1 T1 o T2 T3
Fusso acqua di raffreddamento 3 liter/min 3 liter/min 3 liter/min 7 liter/min 7 liter/min 7 liter/min
Pressione minima acqua raffreddamento 4 bar 4 bar 4 bar 5 bar 5 bar 5 bar
Range frequenza di uscita Da 50 to 300 kHz
Tensione di alimentazione 3 fase 400 volt 50-60 Hz
Max Tensione di uscita 400 Vrms 400 Vrms 500 Vrms
Lunghezza connessione alla Testa di riscaldo Standard 5 mt, fornibile sino a 12 mt

 

TESTE DI RISCALDO
Dimensioni e pesi

Tipologia Testa T1 T2 T3
Dimensioni 136Lx300Dx136H 136Lx374D136H 176Lx384D263H
Peso Testa di Riscaldo 8 Kg 10 Kg 16 Kg

Applicazioni principali

Ecco le Principali Applicazioni nelle quali è indicato l'utilizzo dei Generatori EGMA:
  • Rinvenimenti
  • Calettamento
  • Produzione Cavi elettrici
  • Deformazioni
  • Piegature tubi
  • Distensioni

 

Benefici e vantaggi

Le prerogative circuitali dei Generatori EGMA garantiscono i seguenti benefici:
 
RIPETIBILITÀ DEL PROCESSO
Al fine di assicurare una ripetibilitità totale del processo i Generatori hanno un sistema di controllo della tensione di uscita con sistema a “loop” che ciclo per ciclo garantisce una totale ripetibilità al processo di riscaldo.
 
ELEVATA AFFIDABILITÀ
L’affidabilità dei vari modelli è frutto di un progetto accurato che porta i diversi componenti di potenza a non subire forti stress e alle sicurezze elettroniche intrinseche che proteggono l’Apparecchiatura nelle situazioni di imprevisti, esempio, corti circuiti sull’induttore, aperture accidentali dell’induttore, cali di rete etc.
 
FACILE UTILIZZO PER L’OPERATORE, “AUTOTUNING”
Un sistema di aggancio automatico della frequenza di risonanza "autotuning system" consente al Cliente di utilizzare induttori con forme e quindi valore di induttanza differenti, senza effettuare nessun settaggio o taratura. Il Generatore si adatta automaticamente.
 
RISPARMIO ENERGETICO/RESE ELEVATE
Viene garantito dalla tecnologia a Transistor che assicura un rendimento energetico sull'induttore pari al 95%. Il rendimento del tradizionale generatore a Triodo è circa del 65%.

Per Cicli Produttivi in Automatico con Termoregolazione Ottica

process control 1
Sul Pannello di Controllo è inserito un importante Dispositivo elettronico denominato PROCESS CONTROL (vedi cerchio giallo) che consente di realizzare processi termici in automatico.
Per realizzare quanto sopra è necessario collegare un Pirometro Ottico al Generatore Induzione.
 
Il PROCESS CONTROL è in pratica un Termoregolatore Digitale Programmabile con Sistema di "Auto tune" (autoapprendimento) sui parametri P.I.D. (Proporzionale, Integrale, Derivata).
I parametri P.I.D. sono quelli che consentono di ottenere una rapida rampa della salita della temperatura del pezzo da saldare sino a raggiungere il valore di Set Point (il valore al quale si desidera, per esempio, saldare, ovvero la temperatura di fusione della lega) e a quel valore la temperatura deve stabilizzarsi e mantenersi.
 
Nei comuni Termoregolatori questi tre parametri si impostano manualmente e questa operazione manuale deve essere eseguita da personale specializzato e comunque richiede un certo tempo.
Il nostro Termoregolatore è dotato di una funzione di "Auto Tune" che semplifica all'Utente queste impostazioni.

Segnali per l'utente

L'Utilizzatore ha a disposizione i seguenti segnali analogici e digitali:
 
INPUT OUTPUT DESCRIZIONE
X Segnale 0-10 Volt proporzionale alla potenza erogata dal Generatore
X Segnale 0-10 Volt per la regolazione della potenza da sorgente remota
X Ingresso 4-20 mA per Pirometro Ottico all’infrarosso
X ingresso 0-10 volt proporzionale alla velocita’ del filo (si utilizza nei processi di riscaldo cavi o stampaggio a filo continuo)
X Segnale 0-10 V proporzionale alla temperatura letta dal Pirometro
X Start/Stop riscaldo
X Generatore in fase di riscaldo
X Generatore in allarme
 

Raffreddamento

I Generatori devono essere raffreddati ad acqua e si differenziano tra loro come segue:
  • EGMA 6, EGMA 10, EGMA 15 hanno un solo circuito idrico, l'acqua raffredda l'elettronica di potenza e l'induttore
  • EGMA 20, EGMA 25, EGMA 30, hanno due circuiti idrici separati, il primo raffredda l'elettronica di potenza (ingresso e uscita sistemati sul retro del Generatore) il secondo raffredda l'induttore (ingresso e uscita sistemati sul retro della Testa di Riscaldo)
Entrambi i circuiti sono muniti di Flussostato per la verifica del flusso di raffreddamento e in caso di blocco o riduzione di quest'ultimo, il Generatore interrompe l'erogazione della potenza.
 
CIRCUITO IDRICO ELETTRONICA DI POTENZACIRCUITO IDRICO RAFFREDDAMENTO INDUTTORE
A questo circuito è necessario fornire acqua con le seguenti caratteristiche:
Pressione minima 4 bar
Pressione massima 10 bar
Temperatura max 26° Celsius
Durezza < di 0,3 gradi francesi
A questo circuito su EGMA 20, EGMA 25 ed EGMA 30 è possibile fornire acqua industriale:
Pressione consigliata 6 bar
Pressione massima 10 bar
Temperatura max 38° Celsius
 

VERSIONE INTEGRATA DI REFRIGERATORE AUTONOMO

Per evitare qualsiasi problema FELMI Vi offre la soluzione "per eccellenza", ovvero, Il Generatore EGMA nella versione "Integrato di Refrigeratore Autonomo"